Case in legno

Case in CLS

Tecniche costruttive antisismiche

Alta efficienza energetica

Innovazione – Progettazione integrata

Edilizia prefabbricata

Nell’ultimo secolo sono stati diversi i tentativi di utilizzare la prefabbricazione, ma solo le recenti innovazioni nei processi manifatturieri e di progettazione hanno portato ad una significativa espansione nell’uso di componenti prefabbricate, assemblate in cantiere.

Collettivamente, questi processi costruttivi, caratterizzati da una fase industriale che rimpiazza delle attività in cantiere, sono definiti come edilizia offsite e rappresentano una reale opportunità per il mercato italiano, sia per il retrofit che per la sostituzione edilizia.

È questo secondo noi il tratto più evidente e promettente di un’industria in profondo cambiamento, nella quale si intravedono significative modificazioni non solo nel modo in cui viene concepita la costruzione, ma tutta l’organizzazione della filiera stessa ed i suoi parametri economici e di valore.

Il 76% del patrimonio immobiliare italiano ha oltre 40 anni, è fortemente energivoro e necessita perciò di un’innovazione che sia dirompente. Per arrivare a questo è indispensabile pensare a business model radicalmente diversi, iniziare a lavorare sul tema dell’efficientamento e sull’aumento dell’efficacia. Tutto questo significa operare una discontinuità tecnologica e oggi la digitalizzazione del processo e lo spostamento della produzione dal cantiere alla fabbrica rappresenta la soluzione in grado di assicurare il maggior incremento di produttività.

l livelli di inefficienza, non solo in Italia, nel settore delle costruzioni, sono noti. Oggi, mentre il settore manifatturiero riesce a impiegare l’85% del tempo lavorato in azioni produttive, questa percentuale scende al 45% nel settore delle costruzioni.

L’edilizia offsite offre degli indubbi vantaggi perché permette di: velocizzare il processo di costruzione; impegnare manodopera qualificata, che lavora in un ambiente chiuso e controllato su cui non ha incidenza il clima; progettare con precisione, riducendo gli errori e la produzione di materiali di scarto; portare nell’edilizia la qualità e le conseguenti garanzie di prestazione, tipiche di un processo industriale.